Ludovico Fioravanti, il Francescano Padre Gregorio

Quest’oggi parliamo di un altro personaggio illustre della nostra terra, l’Alta Tuscia, si tratta di Padre Gregorio Fioravanti O.F.M. ( ORDO FRATRUM MINORUM ), uno dei fondatori delle suore Francescane Missionarie del Sacro Cuore di Udine.

Ludovico Fioravanti nasce a Grotte di Castro il 24 aprile del 1822 da una famiglia semplice e non benestante, nella quale fin dall’infanzia, grazie a suo padre Antonio e a sua madre Maria Teresa Ruspantini, che lo lascia orfano a soli sei anni, apprende la religiosità e lo spirito di sacrificio. Già da bambino si distingue per il servizio liturgico nel santuario della Madonna del Suffragio. Crescendo manifesta una personalità riservata, ma un’intelligenza chiara e riflessiva. Non ancora quindicenne chiede di essere accolto tra i Francescani Minori Osservanti di Orvieto, la cui vita povera, semplice e pia risponde esattamente alle sue attese giovanili. Il 13 febbraio del 1838 lascia i panni di Ludovico per indossare quelli di fra Gregorio e vestirsi dell’umile saio francescano. Il 17 maggio del 1845, dopo anni di studio e preghiera, a Viterbo diventa per sempre Sacerdote. In questi anni continua a studiare laureandosi in filosofia e teologia ed ottenendo nel 1849 l’incarico di istruire i giovani confratelli a Venezia, presso il convento di S. Francesco della Vigna. Nel corso di questi 12 anni, in una terra lontana dalla Roma pontificia, vede accrescere sempre di più la stima dei tanti giovani ai quali insegna ed il 27 ottobre del 1856 fu chiamato a svolgere il compito di governatore della Provincia minoritica lombardo-veneta di S. Antonio. Durante questo mandato incontra la Duchessa Francese Laura Leroux de Bauffremont, che gli confida di voler creare un Istituto religioso femminile, francescano e missionario.

La Duchessa Laura Leroux de Bauffremont nasce in Francia nel 1832 da una famiglia agiata e colta. Orfana di padre a soli 17 anni sposa il duca Ruggero de Bauffremont. Il matrimonio con il duca non è dei più felici e si separa dal marito dopo una travagliata relazione matrimoniale. Da allora la Duchessa ha un solo scopo, fondare un Istituto per ragazze e presenta appunto il progetto a Padre Gregorio, che accetta l’offerta ed insieme a Lei, il 21 aprile del 1861, apre ufficialmente la congregazione femminile delle suore Francescane Missionarie del S. Cuore, nell’antico monastero clariano di S. Maria degli Angeli, all’ombra del santuario di Sant’Antonio, presso Gemona del Friuli ( Udine ). La Duchessa Laura Leroux, con il nome di Suor Giuseppa di Gesù, con 53 novizie di diverse nazionalità, inaugura così la fondazione, già iniziata con decreto arcivescovile il 14 novembre del 1860 e Padre Gregorio le raggiunge per poter meglio sostenere ed orientare l’opera da Lui personalmente diretta. Dopo solo 2 anni di vita la congregazione ha già i primi problemi, Suor Giuseppa muore e solo Padre Gregorio rimane a guida dell’Istituto. Con il passare dei mesi riesce a risolvere i non pochi problemi, anche economici con molti sacrifici e nel 1865 viene fondata la prima missione nella lontana America, poi nel 1872 nel più vicino Oriente.

Dal 1871 al 1875 Padre Gregorio viene eletto per altre due volte Ministro Provinciale e continua la sua vita nulla chiedendo e tutto concedendo, salvo i sostentamenti per le sue opere e missioni. Muore il 23 gennaio del 1894 nella Casa Madre delle Suore Francescane Missionarie del S. Cuore, per le quali rimane il maestro e padre.
Oggi le suore Missionarie Francescane del S. Cuore prestano il loro servizio apostolico in 20 Paesi, dall’Europa alle Americhe, dall’Asia all’Africa. La Causa di canonizzazione del servo di Dio, Padre Gregorio, introdotta ad Udine nel 1990 e che nel 1995 giunse a Roma, nel 1997 ha ottenuto esito positivo dall’esame della Consulta storica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *